apparecchiature elettromedicali usate

Apparecchiature Elettromedicali Usate: Proposte

Le apparecchiature elettromedicali usate da noi proposte sono disponibili in un’ampia gamma di modelli e, in particolare, offriamo queste tipologie di apparecchiature elettromedicali usate: Spirometri usati, Audiometri usati, Ecg usati, Visiotest usati, Alcolimetri usati, Lettini usati, Cabine Silenti usate, Apparecchi per magnetoterapia e fisioterapia. I nostri prodotti sono accompagnati da garanzia e certificazione, per un acquisto sicuro e fidato. La scelta di attrezzature medicali usate è la soluzione ideale per soddisfare esigenze di budget e di qualità certificata. Il nostro staff tecnico è disponibile a fornire qualsiasi informazione sul prezzo o sui modelli e, dopo l’acquisto, è a vostra disposizione per supporto all’utilizzo dei macchinari o per qualsiasi altra necessità.

VIDEO PANORAMICA DEGLI STRUMENTI DEI NOSTRI PARTNER (si ringrazia per la realizzazione video il canale “CartSan – Software e strumenti per la Medicina del Lavoro”)

Apparecchiature elettromedicali usate per la Medicina del lavoro

Acquista qui le tue APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI USATE (clicca)

Gli Audiometri sono tra le apparecchiature mediche usate più richieste per il settore della Medicina del Lavoro, insieme ai Visiotest e agli Spirometri.

Un Audiometro è utilizzato per i test sulla sensibilità uditiva, a partire dall’ascolto del suono più debole a scalare verso varie frequenze standard. L’esame audiometrico tonale prevede la trasmissione di toni puri a diverse frequenze e intensità. Sono disponibili diversi tipi di misuratori audio: l’audiometro manuale che richiede un tecnico per apparecchiature elettromedicali addestrato per procedere all’esame, l’audiometro automatico richiede l’intervento del medico solo per iniziare l’esame e per il controllo degli esiti e l’audiometro controllato da computer è automatico e consente l’archiviazione dei dati. Altre categorie di apparecchiature elettromedicali usate sono le Cabine silenti sono utilizzate per svolgere l’esame audiometrico tonale. Sono cabine insonorizzate in cui sono diffusi dei suoni di intensità e frequenza variabile. Il paziente si chiude nella cabina e, appena riceve un suono anche flebile, deve premere un pulsante. Il suono raggiunge la parte interna dell’orecchio per via aerea, quindi l’esame sarà realizzato utilizzando delle cuffie e un apparecchio per le vibrazioni, piazzato direttamente dietro l’orecchio del paziente. Il medico può avvalersi della cabina silente, anche per l’esame di audiometria vocale. Il paziente dovrà ascoltare, tramite cuffie, un elenco di parole pronunciate a diverse intensità, per valutare la sua comprensione. Successivamente il paziente dovrà ripeterle. L’esame ha lo scopo di fornire dei risultati sull’intensità della soglia di intelligibilità, sulla massima intelligibilità (percentuale di parole comprensibili) e sulla percentuale di parole comprese a un’intensità di suono superiore a quella dell’intelligibilità.

I Visiotest sono apparecchiature elettromedicali normativa sul lavoro, impiegate per visite specialistiche. I lavoratori che utilizzano quotidianamente, sul posto di lavoro, un monitor o un video terminale devono fare un esame per valutare i rischi di danni alla vista e agli occhi e i rischi per l’apparato muscolare e scheletrico. È uno strumento che analizza i principali parametri di funzione visiva, controllando la visione da vicino, intermedia e da lontano. L’operatore ha la scelta tra diversi esami e può memorizzare i dati relativi ai risultati dei test, con un software idoneo. Gli Alcolimetri sono impiegati per la valutazione del tasso alcolemico. È uno strumento di misura elettronica per la misurazione in pochi secondi della percentuale di alcool presente nell’organismo. È ideale per misurare il contenuto di alcol ottenuto dalla distillazione e può essere utilizzato solo per misurare alcol ottenuto dalla distillazione a cui non è stato aggiunto zucchero. È previsto da D.Lgs. 81/08 Art. 41, comma 4 la “Verifica di assenza di condizioni di alcol dipendenza e di assunzione di sostanze psicotrope e stupefacenti”, per le mansioni elencate nella Legge 125/01. Il medico può effettuare un test alcolimetrico a un lavoratore con mansione a rischio, segnalato dall’azienda per sospetta intossicazione alcolica. L’esame deve essere effettuato con consenso informato, in quanto il lavoratore può rifiutarsi di eseguire il test. Il medico, in quel caso, non potrà stabilire l’idoneità del lavoratore alla mansione. Per altri approfondimenti sulle normative elettromedicali, leggere il documento di Vincenzo Ventimiglia.

Gli Spirometri sono attrezzature elettromedicali usate composti da un boccaglio di gomma in cui il paziente deve soffiare forte. Ha la funzione di misurare direttamente le variazioni di volume dei polmoni. I risultati dell’esame sono rappresentati con grafici. È un metodo semplice e indolore per determinare la capacità polmonare e confrontarla con la funzione polmonare media di una persona di razza, altezza, peso ed età identiche. In relazione a questo confronto, è possibile determinare se il paziente ha una malattia polmonare e qual è la tipologia.

Apparecchiature mediche usate per esami cardiologici

Acquista qui le tue APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI USATE (clicca)  

Le apparecchiature elettromedicali usate Ecg sono impiegate per esami che rivelano le anomalie cardiache, registrando l’attività del miocardio. I nostri modelli sono: Ecg a 1 canale, Ecg a 1/3 canali, Ecg a 3/6 canali, Ecg a 6/12 canali. La scelta di un modello richiede la valutazione di varie caratteristiche. Ogni medico ha esigenze e criteri diversi che lo conducono all’acquisto. Un medico che dovrà affrontare delle emergenze, opterà per un’attrezzatura medicale usata leggera e facilmente trasportabile. Alcuni medici preferiscono un dispositivo con uno schermo LCD per la visualizzazione immediata dei risultati della pista. Tra i criteri che possono influenzare la scelta verso un modello rispetto ad un altro, ci sono le preferenze per alcune particolari caratteristiche delle apparecchiature mediche usate, quali carta da stampa, schermo, interpretazione dei risultati e memorizzazione degli elettrocardiogrammi. La possibilità di stampare su carta è molto apprezzata, come la funzionalità di interpretazione dei risultati. Lo schermo consente di visualizzare i risultati evitando di stampare, mentre la memorizzazione ha il vantaggio di permettere un confronto con risultati precedenti.

L’elettrocardiogramma (ECG) e lo stress test sono esami per verificare le condizioni del cuore e sono consigliati soprattutto alle persone che hanno avuto malattie cardiache o un attacco di cuore oppure se sono soggetti a rischio. L’elettrocardiogramma misura la frequenza cardiaca e il ritmo del cuore. Il test di sforzo comporta la registrazione dell’ECG durante un esercizio su una bicicletta fissa o su un tapis roulant. Potrebbe essere necessario uno stress test, se il paziente è a rischio malattie cardiache, per fattori come la pressione alta, dolore toracico o palpitazioni. Se la persona ha più di 40 anni e vuole iniziare a praticare uno sport, è meglio che si sottoponga a uno stress test per valutare preventivamente la possibilità di malori o conseguenze gravi durante l’esercizio dell’attività sportiva.

I lettini portatili usati devono essere utilizzati per una vasta gamma di attività diagnostiche e accogliere una moltitudine di pazienti. Le funzionalità richieste per questa tipologia di attrezzature hanno implicazioni sulla progettazione, sui principi di funzionamento dei lettini da visita e da massaggio. In generale la progettazione è compiuta in base alle esigenze diagnostiche e alle necessità dei medici. La funzione primaria dei lettini è quella di sostenere i pazienti in posizione prona, supina o su un lato. L’altezza è regolabile con una possibilità di selezione dell’altezza in base alle esigenze terapeutiche. La regolazione usuale prevede una possibilità di variazione dell’altezza tra 60 cm e 80 cm. È importante considerare anche l’impiego dei lettini, per i pazienti con disabilità motorie.

Attrezzature elettromedicali usate per magnetoterapia e fisioterapia

I trattamenti con apparecchiature elettromedicali usate per magnetoterapia e fisioterapia sono terapie fisiche e hanno poche controindicazioni per il paziente. La magnetoterapia aiuta ad alleviare dolori articolari e muscolari, riduce la tensione, può far ritrovare il benessere e favorisce il sonno. La pulsazione del campo magnetico, a frequenze ed intensità precise, ha un effetto benefico sul corpo umano. Sono stati realizzati degli studi che hanno confermato l’efficacia del campo magnetico nella lotta contro alcuni tipi di dolore. Stimolando l’attività cellulare, i campi magnetici permettono al corpo di riacquistare l’energia consumata quotidianamente. L’organismo e le sue funzioni sono nuovamente in equilibrio. I pazienti che soffrono delle seguenti patologie possono trarre giovamento da questa terapia: dolore cervicale, ernia cervicale, ernia del disco, artrosi, tendinite, malattie e lesioni da sport, cefalea da tensione, emicrania, mal di testa, ulcere varicose, edema, sindrome del tunnel carpale, fratture, contratture, sciatica, lombalgia, osteoporosi, artrite, spondilosi, dolore pelvico, crampi, spasmi muscolari, bronchite, guarigione delle ferite e cura delle ferite, guarigione ossea post-operatoria, rigenerazione delle cellule, dolori alle ossa e articolari, dolori muscolari, mal di schiena. Altri disturbi per i quali risulta idoneo il trattamento: disturbi respiratori, disturbi digestivi, disturbi urinari, disturbi sensoriali, nervosismo e disturbi del sistema nervoso , squilibrio energetico, allergie dermatologiche, asma, disturbi del sonno, insonnia, stanchezza cronica, depressione, stress, esaurimento da superlavoro, incontinenza, disturbi del sistema muscolo-scheletrico.

I trattamenti di fisioterapia sono di varia tipologia e a ognuna è associata una particolare apparecchiatura medica usata. La laserterapia impiega le onde elettromagnetiche a emissione continua o a impulsi. L’apparecchiatura TENS effettua la stimolazione dei nervi attraverso la cute, con scariche elettriche, ed è adottata nella terapia del dolore. L’attrezzatura per la Tecarterapia ha una funzione di stimolazione dell’autoriparazione a livello cellulare, indotta da due diversi applicatori a contatto con il corpo. L’ultrasuonoterapia ha un’azione sui tessuti, dall’esterno all’interno, tramite un movimento meccanico a frequenza elevata. L’attrezzatura adopera l’energia sonora a scopo terapeutico.

Il trattamento di fisioterapia ha lo scopo di ristabilire le abilità delle persone con disabilità fisiche o disabilità neurologiche. Il fisioterapista individua l’origine dei problemi muscolo-scheletrici del paziente. Assicura l’evoluzione della situazione medica dei suoi clienti con la valutazione, la pianificazione e l’attuazione di un piano di trattamento. Il fisioterapista può trattare i disturbi relativi all’ossatura, ai muscoli, per vertigini, ai legamenti, alle giunture, al sistema nervoso e al sistema cardio-respiratorio. La terapia è indicata per i pazienti che soffrono di dolori, di perdita di mobilità, della forza, di una perdita parziale di equilibrio o di altri problemi muscolo-scheletrici. Queste condizioni possono essere state causate da un incidente sul luogo di lavoro, in auto, ecc. I disturbi che possono trarre giovamento da una cura con le nostre attrezzature elettromedicali usate sono: infiammazione, distorsioni, traumi post-frattura, ernia del disco, dolore artritico, borsite, tendinite, blocco del nervo sciatico, blocco del tunnel carpale, difficoltà a camminare, disturbi dell’equilibrio, dolore o rigidità, ictus , sclerosi multipla, commozione cerebrale.

Acquista qui le tue APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI USATE (clicca)

NON IMPORTA QUALE TIPO DI APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI USATE TU STIA CERCANO: DA ELETTROMEDICALIUSATI.COM C’E’ QUELLO CHE CERCHI!